BORSA USA in calo dopo dati su occupazione, banche pesanti

venerdì 2 ottobre 2015 16:04
 

NEW YORK, 2 ottobre (Reuters) - Gli indici di Wall Street procedono in deciso ribasso, affossati dai dati sulla creazione di posti di lavoro negli Usa a settembre.

Le buste paga, infatti, sono aumentate di 142.000 unità rispetto ad un'attesa di 203.000. Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 5,1%.

La delusione sul fronte occupazionale fornisce un segnale di debolezza dell'economia e, secondo la lettura degli analisti, rende meno probabile un intervento sui tassi da parte di Federal Reserve prima della fine dell'anno.

La prospettiva che il costo del denaro rimanga invariato ancora per diverso tempo penalizza soprattutto le banche: JP Morgan cede il 3,5% circa, Citigroup il 3,7% circa, Bank of America il 5% circa e Wells Fargo il 3% circa.

Tra gli altri titoli in evidenza, Micron Technology balza del 5% circa grazie a risultati trimestrali superiori alle attese.

Attorno alle 16 italiane, il Dow Jones perde l'1,36%, l'indice S&P 500 arretra dell'1,3% e il Nasdaq scende dell'1,29%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia