Auto, segnali incoraggianti da mercato, preoccupa Vw - Anfia/Unrae

giovedì 1 ottobre 2015 18:50
 

TORINO, 1 ottobre (Reuters) - L'andamento nettamente positivo delle immatricolazioni di settembre fa ben sperare per un mercato italiano dell'auto che sembra risentire del miglioramento congiunturale.

Preoccupazioni invece per gli effetti della vicenda Volkswagen e possibili "ingiustificati allarmismi sulle nuove vetture Euro 6", secondo Anfia.

"Ogni possibile allarmismo sui veicoli di nuova produzione (Euro 6) è del tutto ingiustificato e rischia di minare la competitività del settore automotive, che in Italia sta agendo da traino per la ripresa dell'economia", dice una nota Anfia.

Il presidente Unrae, Massimo Nordio, commenta i dati del mercato spiegando che "siamo di fronte a segnali incoraggianti, capaci finalmente di alimentare una spirale positiva di propensione alla sostituzione dell'auto, soprattutto in ragione della vetustà del parco circolante. Resta aperto il tema delle vendite a società che ristagnano con modeste performance, sintomo di una sofferenza fiscale ancora forte da parte delle piccole e medie aziende".

Sulla vicenda Volkswagen, la nota Anfia dice che "sicuramente si tratta di individuare chiaramente le responsabilità dell'accaduto, senza per questo stigmatizzare tutta la categoria dei costruttori di autoveicoli" e ribadisce che dal 1° settembre 2015 è obbligatorio mettere in commercio auto nuove esclusivamente di classe Euro 6 che, sia per quanto riguarda i modelli diesel che per i modelli a benzina, non sono assolutamente toccate dal problema del software Volkswagen.

(Gianni Montani)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia