BORSE ASIA-PACIFICO ritracciano da max 2 mesi dopo calo greggio

martedì 13 ottobre 2015 09:31
 

INDICE                        ORE  9,20    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                        423,58    -0,95       467,23
 TOKYO                         18.234,74    -1,11    17.450,77
 HONG KONG                     22.542,52    -0,83    23.605,04
 SINGAPORE                      3.001,04    -1,02     3.365,15
 TAIWAN                         8.567,92    -0,07     9.307,26
 SEUL                           2.019,05    -0,13     1.915,59
 SHANGHAI COMP                  3.293,64     0,18     3.234,68
 SYDNEY                         5.202,90    -0,57     5.411,02
 MUMBAI                        26.842,21    -0,23    27.499,42
 
    13 ottobre (Reuters) - Gli indici dell'area Asia-Pacifico oggi ritracciano
dai massimi da due mesi, con un forte calo nei prezzi del greggio che ha
innescato le prese di profitto, anche se l'affievolirsi delle aspettative di un
rialzo imminente dei tassi di interesse Usa offre supporto.
    Misti i dati sul commercio cinese, con l'export sceso meno delle attese e
l'import invece sotto le previsioni, ad alimentare i timori di un rallentamento
della seconda economia mondiale. I mercati però sono sostenuti dalla speranza di
ulteriori misure di stimolo da parte di Pechino.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 9,20 perde lo
0,95%. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso in calo dell'1,11%.
    I prezzi del greggio hanno subìto un forte calo ieri, sulle prese di
profitto dei trader dopo il rialzo della scorsa settimana ai massimi da 11
settimane, e su un report secondo cui l'Opec continua a spingere la produzione
nonostante un surplus persistente.
    Le esportazioni cinesi sono calate del 3,7% su anno a settembre, contro la
stima di -6,3% degli economisti sentiti da Reuters e dopo il -5,5% registrato ad
agosto. Le importazioni sono invece crollate del 20%.
    "I mercati sembrano ancora sostenuti dalle attese di ulteriore stimolo dopo
l'azione di ieri della Banca popolare della Cina", ha commentato Masahiro
Ichikawa, senior strategist di Sumitomo Mitsui Asset Management, riferendosi al
fatto che la banca centrale ha esteso un programma che incrementa la possibilità
delle banche di prestare denaro.
    A SHANGHAI andamento misto, con gli economisti divisi sui dati del
commercio.
    In territorio negativo HONG KONG. Prada lascia sul terreno
lo 0,3%.
    Chiusura in calo per SEUL e TAIWAN. Giù anche SYDNEY
, su cui ha pesato la debolezza delle materie prime.
    SINGAPORE in territorio negativo in vista della stima del Pil del
terzo trimestre e della riunione di politica monetaria della banca centrale,
appuntamenti in agenda domani.   
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia