BORSE ASIA-PACIFICO variabili, dollaro in rialzo dopo commenti Yellen

lunedì 28 settembre 2015 08:34
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                        393,15     0,12    467,23
 TOKYO                         17.645,11    -1,32    17.450,77
 HONG KONG                        chiusa       -     23.605,04
 SINGAPORE                      2.793,28    -1,39    3.365,15
 TAIWAN                           chiusa       -     9.307,26
 SEUL                             chiusa       -     1.915,59
 SHANGHAI COMP                  3.097,11     0,15    3.234,68
 SYDNEY                         5.113,50     1,42    5.411,02
 MUMBAI                        25.823,92    -0,15    27.499,42
 
    28 settembre (Reuters) - Indici variabili oggi per le borse dell'area
Asia-Pacifico in vista di una serie di dati economici attesi in settimana,
mentre il dollaro consolida il vantaggio nei confronti di yen ed euro dopo che
la scorsa settimana la presidente della Fed, Janet Yellen, ha ravvivato le
prospettive di un rialzo dei tassi entro l'anno.
    Anche le borse europee sono attese in calo in avvio stamani.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,30 guadagna
lo 0,12%. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso in calo dell'1,32%.
    "Gli investitori non prenderanno grandi posizioni finché non avranno
digerito i risultati di questi dati, quindi questa settimana ci si aspetta un
trading senza direzione e i volumi dovrebbero essere sottili", ha commentato
Takuya Takahashi, strategist di Daiwa Securities. "Se i dati fossero migliori
delle attese, il mercato dovrebbe iniziare a riprendersi la prossima settimana".
   
    SHANGHAI è in leggero rialzo, ma resta la cautela dopo i dati sul
Pmi cinese, secondo cui l'attività industriale è al livello più debole dal 2009.
    HONG KONG è chiusa per festività, come anche TAIWAN e SEUL
.
    SYDNEY ha chiuso in rialzo dell'1,4% grazie al rimbalzo dei bancari.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia