BORSA MILANO debole su timori settore auto Europa, resta tonica Mps

giovedì 24 settembre 2015 13:05
 

MILANO, 24 settembre (Reuters) - Piazza Affari imbocca con decisione la strada del ribasso a fine mattina appesantita, come le altre borse europee, da nuovi timori sul settore auto dopo lo scandalo Volkswagen. Resta forte Mps dopo l'accordo con Nomura.

"Il mercato non è sereno, le conseguenze dello scandalo dei test di emissione truccati spaventano in un quadro generale che dal punto di vista macroeconomico non è rassicurante", commenta un trader.

Intorno alle 12,50 il FTSEMib cede l'1,3%, come l'Allshare.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 perde l'1,5%, sono in netto calo i futures sugli indici Usa.

In linea con il comparto auto europeo (-4%), FIAT CHYSLER torna a scendere con forza. Il governo tedesco ha riferito che Volkswagen ha ammesso manipolazioni dei dispositivi delle emissioni dei diesel anche in Europa, mentre indiscrezioni stampa puntano oggi il dito su BMW che a Francoforte perde più dell'8%. Fiat è in asta con un ribasso del 5,2%, CNH perde il 4%.

Nel generale indebolimento del mercato resta positiva MPS che guadagna più del 7% con forti volumi sull'onda dell'accordo con Nomura sul derivato Alexandria, annunciato ieri sera. Trader e broker parlano di notizia positiva che archivia una questione che creava forte incertezza sull'istituto e che contagia positivamente l'intero settore bancario.

Salgono infatti anche altre banche con MEDIOBANCA E BANCO POPOLARE intorno a +1% a fronte di un settore debole nel resto d'Europa.

In netto calo BUZZI (in asta con -5%), colpita secondo i trader da prese di beneficio dopo i recenti rialzi.

Tra i titoli più piccoli brillante IGD promossa ieri sera a "buy" da "hold" da SocGen.   Continua...