BORSA USA piatta, rimbalzano materie prime ma dati macro frenano, ok Intel

mercoledì 23 settembre 2015 16:49
 

NEW YORK, 23 settembre (Reuters) - Gli indici di Wall Street procedono attorno alla parità, risalendo dai minimi toccati poco dopo l'avvio.

Il rimbalzo dei prezzi delle materie prime, affossati nei giorni scorsi dallo scandalo Volkswagen, bilancia la debolezza dei dati macroeconomici provenienti da Cina e Usa.

A settembre il settore manifatturiero Usa non ha registrato una crescita rispetto al mese precedente, restando sui minimi da circa due anni.

L'attività industriale in Cina nel mese in corso è scivolata ai minimi da sei anni e mezzo, registrando il settimo mese consecutivo con il segno meno.

In controtendenza Intel, che sale dell'1% circa dopo che Bernstein ha alzato il rating a market perform da underperform.

Tra gli altri titoli in evidenza, vola Horon Therapeutics (+20% circa) dopo aver annunciato che un farmaco ha raggiunto l'obiettivo principale in uno studio clinico sperimentale.

Cade Oncogenex Pharmaceuticals (-20% circa) a causa dei risultati negativi di un test su una terapia per la cura del cancro al pancreas.

Attorno alle 16,45 italiane, il Dow Jones perde lo 0,13%, l'indice S&P 500 guadagna lo 0,11% e il Nasdaq sale dello 0,26%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia