BORSA USA, vendite diffuse, pesa anche calo prezzi commodity

martedì 22 settembre 2015 19:56
 

22 settembre (Reuters) - A Wall Street prosegue l'ondata di vendite negli scambi pomeridiani sulla scia del calo dei prezzi delle commodity e della continua incertezza sui tempi del rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed.

Il sell-off è generalizzato: tutti i 30 titoli del Dow sono in calo e tutti i 10 principali settori dell'S&P sono in terreno negativo. Il peggiore è l'indice dei 'material' in calo del 2,5% e quello dei tecnologici in discesa di oltre due punti percentuali.

Le quotazioni del rame hanno toccato i minimi di tre settimane mentre il greggio cede circa il 2% sulle continue preoccupazioni per la domanda, soprattutto in Cina.

Gli scambi rimangono volatili in un mercato che sconta l'incertezza sulla politica monetaria dopo che la scorsa settimana la Fed non ha alzato i tassi, mentre ieri il presidente della Fed di Atlanta Dennis Lockhart ha detto che un aumento per quest'anno è ancora possibile.

L'indice di volatilità CBOE balza del 14% a 22,98, sopra la media a lungo termine di 20.

Intorno alle 19,40 italiane il Dow Jones cede l'1,56%, l'S&P 500 l'1,75% e il Nasdaq il 2,18%.

Apple perde il 2% guidando i ribassi tra i tech.

Sul Dow, Goldman Sachs perde il 2,8% dopo che l'AD Lloyd Blankfein ha annunciato che gli è stato diagnosticato un linfoma "altamente curabile".

BorgWarner, Honeywell e Delphi Automotive , fornitori di Volkswagen, perdono tra il 2,3% e 7,9% dopo che la casa auto tedesca ha ammesso di aver falsificato i test sulle emissioni.   Continua...