Volkswagen, ministero Trasporti avvia indagine in Italia

martedì 22 settembre 2015 12:46
 

ROMA, 22 settembre (Reuters) - Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti italiano ha annunciato oggi di aver chiesto a Volkswagen e all'ente omologatore tedesco Kraftfahrt-Bundesamt (KBA) informazioni sui presunti test falsati sulle emissioni inquinanti negli Usa.

In un comunicato, il ministero ha chiesto di sapere se "il medesimo illecito, avvenuto negli Usa dove vigono però regole differenti per la omologazione, risulti essere praticato su omologazioni della stessa autorità tedesca per l'Europa e se i veicoli sono stati commercializzati in Italia".

Nella lettera inviata al KBA, dice il ministero, è stata espressa "preoccupazione in merito all'accaduto, in relazione alla protezione dell'ambiente ed alle possibili ripercussioni sul sistema di omologazione dei veicoli, vigente nell'Unione europea".

Nel caso in cui le anomalie riscontrate possano riguardare anche veicoli omologati e venduti nel territorio della Ue, il ministero ha chiesto all'ente di omologazione di "acquisire i risultati dei controlli di conformità che il KBA vorrà effettuare, a tutela dell'ambiente e della qualità dei prodotti omologati per il mercato dell'Unione".

La Enviromental Protection Agency statunitense ha accusato il colosso auto di aver falsificato i dati sulle emissioni attraverso un software per i modelli diesel dei marchi Volkswagen e Audi dal 2009 al 2015. L'azienda rischia una multa fino a 18 miliardi di dollari.

Il titolo Volkswagen perde alle 12.40 ora italiana circa il 17%.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia