Eni brilla in Borsa su voci stampa accordo con Cdp su Saipem, balzo greggio

lunedì 21 settembre 2015 10:25
 

MILANO, 21 settembre (Reuters) - Eni brilla in borsa tra energetici europei piatti con, da un lato, i trader che citano le recenti indiscrezioni stampa di un accordo con la Cdp per una presenza congiunta in Saipem e, dall'altro, il balzo del greggio che a Londra guadagna quasi 1%.

"Crediamo che il deconsolidamento di Saipem sia diventato cruciale per Eni con i prezzi del petrolio nuovamente sotto i 50 dollari al barile", scrive Paolo Citi, analista di Intermonte nella 'Morning call' di oggi. Secondo l'analista "lo scenario più realistico" è un aumento di capitale di Saipem non sottoscritto da Eni che si diluirebbe così sotto il 30% dall'attuale 43%.

Secondo un trader "la notizia grossa" è proprio l'ingresso della Cdp in Saipem a cui si aggiungono "ricoperture e l'andamento del greggio".

Il Corriere della Sera di sabato parla di un accordo per fine ottobre con la Cdp, operazione che consentirebbe di lasciare Saipem in mani italiane.

Poco dopo le 10, Eni guadagna l'1,77% a 14,36 euro dopo aver toccato un massimo in seduta a 14,46 euro. Il titolo negli ultimi tre mesi ha perso circa il 15%. Poco brillanti i volumi, pari a circa un sesto della media dell'ultimo mese sull'intera seduta. Lo stoxx europeo dell'energia guadagna lo 0,31%. Debole Saipem che cede lo 0,31%.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia