PUNTO 1-Alitalia, AD Cassano si è dimesso, deleghe a Montezemolo - nota

venerdì 18 settembre 2015 16:51
 

(Aggiunge dettagli, analisti)

ROMA/MILANO, 18 settembre (Reuters) - L'AD di Alitalia, Silvano Cassano, si è dimesso durante il cda di questa mattina "con effetto immediato" e le deleghe sono state affidate al presidente Luca Cordero di Montezemolo "fino alla designazione del nuovo AD".

Lo conferma la compagnia aerea dopo che la notizia era stata anticipata a Reuters da una fonte.

Lo scorso anno Cassano era stato nominato AD della nuova società nata dopo l'ingresso con il 49% dell'emiratina Etihad, di Abu Dhabi, in Alitalia come parte di un piano di salvataggio da 1,76 miliardi.

Un portavoce ha aggiunto che l'uscita di Cassano, 58 anni, non è legata ai risultati economici dell'azienda.

Alitalia ha registrato bilanci negativi per anni ma, dopo l'ingresso di Etihad, prevede un ritorno all'utile entro il 2017. La compagnia ha detto che la perdita di 100 milioni registrata nel primo trimestre di quest'anno è migliore delle previsioni e permette di confermare i target contenuti nel piano industriale triennale.

Tuttavia, il repentino cambio al vertice non lascia presagire nulla di buono nel raggiungimento dei target, dice Andrea Giuricin, analista del settore trasporti dell'Università Bicocca di Milano: "La compagnia non è andata bene nel primo trimestre, che è solitamente il più difficile, e anche il secondo e il terzo probabilmente sono stati molto deboli dopo che Vueling, Ryanair ed Easyjet hanno aggiunto voli dall'aeroporto di Fiumicino".

Le compagnie low cost hanno aggiunto circa 200 voli settimanali da Fiumicino durante la stagione estiva, ha aggiunto.

Ci si aspetta che l'accordo con Etihad porti ad Alitalia capitali da investire su remunerative rotte a lungo raggio rendendola meno dipendente da quelle a corto e medio raggio, dove si trova a competere anche con i treni ad alta velocità.   Continua...