17 settembre 2015 / 09:15 / 2 anni fa

UniCredit riflette su eventuali nuovi tagli Italia, Austria e Germania

MILANO, 17 settembre (Reuters) - UniCredit nell‘ambito del nuOvo piano industriale che presenterà entro fine anno sta valutando ulteriori tagli, rispetto a quelli già previsti dal vecchio piano, in Italia, Austria e Germania mentre l‘area dei paesi Cee in linea di massima è esclusa da qusti ragionamenti.

Lo ha detto Paolo Cornetta, responsabile HR strategy di UniCredit a margine di un evento. “Abbiamo il piano dell‘anno scorso, potrebbe darsi che rispetto a quei numeri ci siano ulteriori elementi che discuteremo in Italia, Austria e Germania”, ha detto Cornetta riferendosi ai 2.700 tagli già previsti in Italia con il vecchio piano. “E’ un ‘work in progress’, ufficialmente i numeri sono in fase di elaborazione ed è una elaborazione articolata. Quando presenteremo il piano entro fine anno presenteremo l‘impatto su costi e personale”, ha aggiunto.

“Oggi le aree che stanno soffrendo di più l‘andamento macroeconomico sono quelle dell‘Europa Occidentale, mentre i paesi Cee stanno producendo risultati e stanno crescendo, quindi in linea di massima” sono esclusi da questi ragionamenti.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

RIFLESSIONI SU EVENTUALI NUOVI TAGLI PERSONALE IN ITALIA, AUSTRIA, GERMANIA, NON IN PAESI CEE - CORNETTA

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below