Cremonini, pm Milano chiede condanna vertici per insider trading

mercoledì 16 settembre 2015 17:31
 

MILANO, 16 settembre (Reuters) - Il pm di Milano Eugenio Fusco ha chiesto la condanna dei vertici del gruppo Cremonini nell'ambito del processo per insider trading sull'acquisto di alcuni titoli della società prima del delisting, nel 2008.

Il sostituto procuratore, durante la sua requisitoria in aula, ha chiesto la condanna a due anni di reclusione e 60mila euro di multa per il presidente Luigi Cremonini, a due anni e sei mesi e 100mila euro di multa per il figlio Vincenzo, AD della società e a un anno e mezzo e una multa di 30mila per il vicepresidente Illias Aratri.

Il prossimo 13 ottobre ci saranno le arrighe delle difese degli imputati, mentre per il 3 novembre è attesa la sentenza.

Secondo l'accusa, la Cremonini srl avrebbe acquistato dalla Cremonini spa all'inizio del 2008 azioni per un controvalore di 4,25 milioni, prima che venisse lanciata l'opa per il delisting della società.

Per Fusco, l'acquisto dei titoli sarebbe avvenuto per abuso di informazioni privilegiate.

Gli imputati hanno sempre respinto gli addebiti.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia