Popolari, sindacati chiedono rappresentanti lavoratori in governance Spa

mercoledì 16 settembre 2015 13:39
 

MILANO, 16 settembre (Reuters) - I sindacati bancari chiedono ai vertici degli istituti popolari chiamati a trasformarsi in Spa di prevedere nei futuri assetti di governance forme di partecipazione dei lavoratori attraverso propri rappresentanti.

In una lettera unitaria indirizzata ai presidenti e AD delle dieci banche popolari che, avendo attivi sopra la soglia degli otto miliardi, dovranno trasformarsi in Spa entro fine 2016, le sigle sindcali del credito ribadiscono le perplessità sulla legge ma prendono atto che non sarà possibile "ulteriormente procrastinare l'indizione delle assemblee dei soci che devono approvare la trasformazione in società per azioni".

Lo scenario, tuttavia, apre "una opportunità irripetibile" in tema di partecipazione dei lavoratori nel governo delle banche "con l'obiettivo di sviluppare logiche virtuose di democrazia economica, che favoriscano la tutela degli azionisti di minoranza, dei lavoratori e del territorio in cui operano le banche".

"Vi chiediamo quindi di prevedere nella futura struttura societaria, in coerenza con l'impianto di governance che sarà posto in essere nei vostri istituti, forme di partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori attraverso propri rappresentanti", si legge nella lettera.

I sindacati ribadiscono inoltre le preoccupazioni sulle ricadute occupazionali derivanti dalle possibili operazioni di fusione in seguto alla trasformazione in Spa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia