Mps, Tononi eletto presidente, sul suo tavolo la futura aggregazione

martedì 15 settembre 2015 13:08
 

SIENA, 15 settembre (Reuters) - Massimo Tononi è il nuovo presidente della Banca Mps e resterà in carica fino all'approvazione del bilancio 2017. Tononi subentra ad Alessandro Profumo, che come previsto ha lasciato la guida della terza banca italiana da inizio agosto.

Tra i primi dossier che avrà sul tavolo Tononi, 49 anni, trentino, che ha lasciato la presidenza di Borsa Italiana prima di assumere questo nuovo incarico, c'è la ricerca di un partner con cui studiare un'aggregazione.

Tra gli azionisti presenti in assemblea anche il ministero dell'Economia, che ha il 4% ma non ha voluto partecipare per non avere influenza sulla governance. Tononi è stato eletto con il 98,6% dei voti presenti, contrari 1,17%. Il capitale presente in assemblea è stato pari al 37%.

Intervenendo in assemblea, prima il presidente della Fondazione Marcello Clarich poi l'AD Viola hanno ribadito che il tema della fusione, richiesta dalla Bce, resta un obiettivo a cui la banca e i suoi advider continuano a lavorare.

"Per aggergarsi occorre essere in due e fino a che non ci saranno concrete opzioni continueremo a lavorare come stiamo facendo", ha detto Viola.

Clarich ha detto di aver incontrato Tononi, indicato proprio dalla Fondazione e dagli altri due soci pattisti Fintech e Btg Pactual, a cui ha ribadito sia il sostegno dei soci sia gli impegni previsti dallo statuto della Fondazione, un tempo azionista di controllo, di mantenere a Siena la direzione generale della banca e conservare i legami con il territorio. Oggi Fondazione controlla l'1,49% della banca.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia