Telecom Italia in calo, pesa ancora fusione danese dopo downgrade Nomura

lunedì 14 settembre 2015 11:11
 

MILANO, 14 settembre (Reuters) - Telecom Italia è in ribasso, ancora dopo lo stop dell'antitrust europeo alla fusione tra TeliaSonera e Telenor, con gli investitori che temono per l'operazione Wind -3 Italia , che porterebbe a un aumento dei margini degli operatori.

Oggi Nomura ha tagliato il settore telecomunicazioni europeo a "neutral" a causa della decisione del regolatore Ue.

Se la Commissione fosse d'accordo con una struttura di mercato a tre operatori, non insisterebbe sulla necessità di averne quattro e applicherebbe delle condizioni, dice il report della banca, con riferimento all'operazione danese.

L'Unione europea si sta avvicinando alla posizione di Ofcom (regolatore britannico) che vuole avere quattro operatori all'ingrosso per ogni mercato, aggiunge.

Un trader di una primaria Sim italiana dice che il mercato teme per l'operazione 3 Italia-Wind, che ridurrebbe appunto il numero dei soggetti che forniscono servizi di telefonia mobile a tre da quattro.

Ritiene però che la situazione italiana sia molto diversa da quella danese, che il livello elevato di competizione e la discesa dei prezzi degli ultimi anni siano più che sufficienti a convincere l'autorità a dare il via libera.

Alle 10,50 Telecom Italia perde l'1,2% a 1,076 euro, con scambi per 47,9 milioni di pezzi da una media giornaliera di 112,7 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia