BORSA USA poco mossa a metà seduta dopo dati macro, aspetta meeting Fed

venerdì 11 settembre 2015 19:44
 

NEW YORK, 11 settembre (Reuters) - L'azionario Usa è poco mosso a metà seduta con volumi non brillanti dopo che alcuni dati macro hanno confuso le idee sul meeting Fed della prossima settimana, ritenuto cruciale in chiave tassi.

Tuttavia l'S&P 500 è ancora ben posizionato per mettere a segno il rialzo settimanale migliore da luglio.

L'indice di fiducia dell'Università del Michigan si è attestato a inizio settembre al livello più basso dell'ultimo anno e i prezzi alla produzione di agosto, rimasti invariati, hanno segnalato un ritmo di crescita dell'economia moderato. Entrambi i dati sono in contrasto con le recenti buone indicazioni provenienti dal mercato del lavoro.

"La volatilità resterà intatta fino al meeting della Fed. Se deciderà di non alzare i tassi la prossima settimana, la volatilità continuerà più a lungo e forse peggiorerà", dice Randy Frederick, direttore generale di Charles Schwab.

Intorno alle 19,30 italiane, il Dow Jones segna -0,04%, l'S&P 500 -0,25%, il Nasdaq -0,18%.

La debolezza del settore energia è bilanciata dalla forza dei titoli legati ai prodotti per la salute, Tra questi spicca Gilead che sale dell'1,34% dopo aver annunciato un'emissione obbligazionaria da 10 miliardi che ha alimentato le speculazioni su una grossa acquisizione in arrivo.

Zumiez, specializzata in abbigliamento e articoli sportivi, scivola del 30% dopo aver annunciato stime su vendite e utili del terzo trimestre sotto le attese.

Marvell Technology cede oltre 16% e si avvia a segnare il peggior calo giornaliero degli ultimi 14 anni dopo aver annunciato un'indagine contabile per verificare le fonti di alcuni ricavi del secondo trimestre.

Utili trimestrali migliori delle attese spingono al rialzo il gestore di supermercati Kroger.   Continua...