Cellulari, Agcom uniforma tariffa terminazione, anche per extraUe

venerdì 11 settembre 2015 13:18
 

ROMA, 11 settembre (Reuters) - L'autorità ha uniformato a 0,98 centesimi per minuto la tariffa di terminazione mobile, il prezzo pagato all'operatore che riceve la chiamata.

Lo si legge in un comunicato dell'Autorità in cui si aggiunge che la stessa tariffa si applicherà anche agli operatori mobili virtuali e a quelli extraUe.

Con riferimento all'obbligo di controllo dei prezzi, "con la delibera approvata, l'Autorità conferma, per il triennio 2014-2017, la tariffa efficiente di terminazione del 2013, pari a 0,98 euro cent/min, già applicata agli operatori radiomobili, estendendola, a partire dall'entrata in vigore del provvedimento, anche agli operatori virtuali".

La medesima tariffa verrà riconosciuta a Telecom Italia , Vodafone, Wind e H3G, quali detentori di significativo potere di mercato, ma anche agli operatori virtuali che sono Bt Italia, Lycamobile, Noverca e Poste Mobile.

L'Autorità, inoltre, "tenuto conto del fatto che gli operatori di Paesi extraUe praticano sulla propria rete tariffe di terminazione di gran lunga superiori a quelle regolate a livello europeo (pari, per gli operatori italiani a 0,98 euro cent/min), con questo provvedimento, ha rimosso la disparità di trattamento per le chiamate originate in paesi extra Ue e terminate in Italia".

La delibera odierna è già stata valutata positivamente dalla Commissione Ue.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia