Croazia, banche verso azione legale contro governo su crediti - fonte

lunedì 14 settembre 2015 14:38
 

ZAGABRIA, 14 settembre (Reuters) - Otto banche croate, fra cui le controllate di Unicredit e Intesa Sanpaolo , intendono preparare un'azione legale contro il governo di Zagabria sulla proposta di conversione in euro dei prestiti denominati in franchi svizzeri.

Lo riferisce una fonte interna a uno degli istituti, che nei giorni scorsi avevano chiesto una mediazione allo stesso governo croato.

Secondo la fonte, le banche sottoporranno la disputa ad un arbitrato presso l'International Center for Settlement of Investment Disputes di Washington.

"Le reazioni finora giunte dal governo non hanno mostrato alcun segnale di volontà di discutere. Le banche quindi cominciano a preparare azioni legali. Invieranno un pre-avviso di disputa nell'ambito del trattato bilaterale di investimento con la Croazia" spiega.

La scorsa settimana il governo di Zagabria ha proposto di modificare le legge sul credito per arrivare ad una conversione in euro e offrire nuovi piani di rimborso per i prestiti denominati in valuta svizzera, un tipo di prodotto, mutui compresi, molto richiesto agli inizi degli anni 2000 durante il boom del credito, ma ora sempre più difficile da gestire a seguito del recente apprezzamento del franco legata al disancoramento della divisa dall'euro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia