Mps, su M&A tutto fermo, se ne riparla con nuovo presidente -Clarich

mercoledì 9 settembre 2015 13:38
 

RHO, Milano, 9 settembre (Reuters) - Mps riprenderà in mano il tema di possibili aggregazioni una volta che si sarà insediato il nuovo presidente designato Massimo Tononi con l'assemblea della prossima settimana.

Lo ha detto il presidente di Fondazione Mps, Marcello Clarich, a margine del consiglio Acri che si tiene a Expo. "È tutto fermo. Bisogna vedere quando si insedierà il nuovo presidente, i contatti che ci saranno con la Bce che mi pare non abbia cambiato opinione. Tutte cose da vedere in autunno e noi come soci non possiamo più condizionare, sarà un autunno intenso", ha detto Clarich.

A proposito di un possibile allargamento ad Alessandro Falciai del patto che oggi coinvolge la Fondazione, Btg Pactual e Fintech, Clarich ha dichiarato che non ha avuto contatti con l'imprenditore da prima dell'estate. E sull'ipotesi di un nuovo patto solo di consultazione, "bisogna un po' capire quali sono gli interessi della Fondazione e degli altri soci rilevanti e anche in base agli scenari futuri di aggregazione", ha spiegato Clarich.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia