Eni, "in Egitto importante scoperta e non l'ultima" - Renzi

sabato 5 settembre 2015 16:31
 

CERNOBBIO, 5 settembre (Reuters) - ENI ha fatto di recente un'importante scoperta di gas in Egitto e non è neanche l'ultima.

A dirlo è il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervenendo nel workshop Ambrosetti in corso a Cernobbio.

"L'Eni ha fatto una importante scoperta in Egitto, non è la prima e neanche l'ultima per quanto conosco i dati del gruppo. L'Eni e' un simbolo di quello che può fare l'Italia, anche per il suo contributo agli assetti geopolitici", ha detto il premier.

Poi ha aggiunto: "La scoperta è nata nell'head quarter di Milano con i sistemi tecnologici che Eni ha e può contribuire a fare da testa di ponte per una serie di interventi di altre realtà italiane nel Mediterraneo e in Africa".

A inizio settimana Eni ha annunciato una scoperta di gas, definita 'supergiant', presso il sito denominato 'Zohr'- di cui possiede il 100% dei diritti di esplorazione - che presenta un potenziale di risorse fino a 850 miliardi di metri cubi di gas in posto (5,5 miliardi di barili di olio equivalente). Si tratta della più grande scoperta di gas mai effettuata in Egitto e nel mar Mediterraneo e può diventare una delle maggiori scoperte di gas a livello mondiale, soddisfacendo la domanda egiziana di gas per decenni, ha spiegato la società.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia