Telecom Italia, Vivendi ha speso 1,044 mld euro per diventare il primo azionista

venerdì 4 settembre 2015 17:27
 

MILANO, 4 settembre (Reuters) - L'esborso di liquidità che ha portato la francese Vivendi a essere il primo azionista di Telecom Italia, ma senza diritti particolari nella governance, è stato di poco superiore al miliardo di euro.

Lo dice la relazione semestrale, disponibile sul sito della società, precisando che "non ci sono diritti specifici nella governance di Telefonica Brasil o di Telecom Italia".

Il 24 giugno Vivendi ha annunciato di essere il primo azionista di Telecom Italia in seguito a: lo scambio del 4,5% delle azioni di Telefonica Brasil con l'8,24% di Telecom Italia; l'acquisto dell'1,9% del capitale di Telecom Italia sul mercato, tra il 10 e il 18 giugno; l'acquisto del 4,76% da un'istituzione finanziaria il 22 giugno.

L'esborso per comprare il 6,7% circa del capitale di Telecom è stato di 1,044 miliardi di euro.

Al momento della semestrale a fine giugno, in linea con le disposizioni dello IAS 39, la quota complessiva è stata valutata al prezzo di mercato quindi a 2,285 miliardi.

Vivendi ha inoltre sottoscritto prodotti derivati sul 5,6% delle azioni Telecom Italia, ora svincolati al 98%.

Smontare i derivati ha comportato un pagamento netto di 25 milioni, se si considera l'evoluzione del prezzo di mercato delle azioni Telecom Italia dal 30 giugno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia