Telecom, Brasile strategico, non serve consolidamento tlc-media -Recchi

venerdì 4 settembre 2015 08:04
 

MILANO, 4 settembre (Reuters) - Il Brasile è un mercato strategico per Telecom Italia e il tema non è stato ancora affrontato col nuovo socio Vivendi.

Lo dice il presidente Giuseppe Recchi in un'intervista al Sole 24 Ore in cui sottolinea il valore dell'ingresso del gruppo francese nell'azionariato anche alla luce della convergenza media-tlc.

Il manager spiega, a questo proposito, di vedere grandi sinergie tra le società media e le telecomunicazioni, a differenza che tra gruppi tlc di paesi diversi, "ma non è necessario che nemmeno in questo ambito, dunque media-tlc, ci sia un consolidamento".

"Non è sul tavolo", in particolare, l'ipotesi di un ampliamento dell'accordo per la fornitura di contenuti con Mediaset né in senso azionario né come accordo commerciale.

Recchi dice infine che "ad oggi il dossier Metroweb è chiuso" e che non ci sono stati contatti con i nuovi vertici della Cdp. Sull'ipotesi di un ingresso in Telecom di Cdp ribadisce che "tutti gli azionisti sono benvenuti".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia