BORSE ASIA-PACIFICO in calo, cautela per dato lavoro Usa

venerdì 4 settembre 2015 08:42
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                        388,91     -0,93   4   67,23
 TOKYO                         17.792,16     -2,15   17.450,77
 HONG KONG                     20.776,87     -0,76   23.605,04
 SINGAPORE                      2.870,49     -1,24    3.365,15
 TAIWAN                         8.000,60     -1,18    9.307,26
 SEUL                           1.886,04     -1,54    1.915,59
 SHANGHAI COMP                     -           -      3.234,68
 SYDNEY                         5.040,60      0,25    5.411,02
 MUMBAI                        25.265,38     -1,94   27.499,42
 
    4 settembre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico estendono le
perdite oggi: l'attesa per un nuovo dato sul mercato del lavoro Usa spinge
infatti alla cautela, nonostante i segnali accomodanti arrivati ieri dalla Bce.
    Le borse europee sono attese in forte calo dopo aver chiuso ieri in rialzo
di quasi il 2,4%.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,30 perde lo
0,93%. Il Nikkei ha chiuso in calo del 2,15%, dopo aver toccato nel
corso della seduta -3,2%, minimo da sette mesi.
    "Solo un tema è nella testa di ogni trader oggi: il dato sul lavoro Usa e
come potrebbe impattare sulla decisione della Fed a settembre sui tassi", spiega
Nicholas Teo, analista del provider di piattaforme per il trading online CMC
Markets a Singapore.
    Se il dato sui nuovi posti di lavoro non agricoli negli Stati Uniti ad
agosto (l'attesa è di 220.000) sarà positivo, aiuterà ad alleggerire i timori di
un rallentamento dell'economia globale guidato dalla Cina che, nelle prossime
settimane, pubblicherà molti nuovi dati che potrebbero confermarne la debolezza.
    Sul fronte europeo, Francoforte vede rischi in aumento per l'economia
dell'area, valutazione riflessa col taglio delle stime su inflazione e crescita
per il 2015, 2016 e 2017. Ma il presidente della Bce Mario Draghi ha aggiunto
che la banca centrale è pronta ad agire, senza particolari limiti, per
rafforzare la propria politica espansiva.
    I mercati finanziari cinesi sono fermi anche oggi per una festività
nazionale.
    HONG KONG è in calo, in linea con gli indici della regione. Prada
 perde l'1,5% circa.    
    TAIWAN ha chiuso in calo dell'1,2%, SEUL dell'1,7%.
    In controtrend SYDNEY, che ha concluso la seduta a +0,25%. Per la
settimana, però, la borsa australiana perde il 4,2%. 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia