BORSE ASIA-PACIFICO tornano positive, chiuse borse cinesi

giovedì 3 settembre 2015 08:57
 

INDICE                        ORE  8,36    VAR %    CHIUS. 2014
 ASIA-PAC.                     392,28       -0,19    467,23
 TOKYO                         18.182,39    0,48     17.450,77
 HONG KONG                     20.934,94    -1,18    23.605,04
 SINGAPORE                     2.900,09     0,76     3.365,15
 TAIWAN                        8.095,95     0,75     9.307,26
 SEUL                          1.915,53     0,02     1.915,59
 SHANGHAI COMP                 3.155,04     -0,37    3.234,68
 SYDNEY                        5.027,80     -1,44    5.411,02
 MUMBAI                        25.692,92    0,94     27.499,42
 
    3 settembre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono tutte con
segno più con la sola esclusione di Sidney, mentre rimangono chiuse oggi e
domani le borse cinesi da cui, nei giorni scorsi, si è propagata la volatilità
degli indici.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,35 perde lo
0,18%. L'indice giapponese Nikkei ha chiuso a +0,48%.
    I mercati cinesi  sono fermi oggi e domani per le celebrazioni
della fine della seconda Guerra mondiale. 
    TAIWAN ha chiuso in campo positivo vicino allo 0,9%.
    SEUL ha chiuso piatta. Hanno brillato i titoli delle aziende del
comparto tecnologico, salito del 2,7%: Samsung Electronics 
hanno guadagnato il 2,9%, LG Display Co il 5,25%. Le azioni del
produttore di semiconduttori SK Hynix sono salite del 3,06%.
    I mercati australiani hanno chiuso con un calo superiore all'1%,
malgrado avessero aperto con il segno più. A provocare il cambio di umore del
mercato è stato anche il tonfo dei titoli del gruppo di grandi magazzini Myer
Holdings che hanno perso il 17% alla ripresa delle contrattazioni dopo
due giorni di sospensione. Il blocco delle contrattazioni era arrivato dopo
l'annuncio da parte della società di un aumento di capitale da 221 milioni di
dollari australiani. Anche i titoli del settore bancario hanno contribuito al
calo della borsa.   

    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia