Isis rivendica attentato a uffici sede jv venture Eni a Tripoli

martedì 1 settembre 2015 12:39
 

Il Cairo, 1 settembre (Reuters) - L'Isis ha rivendicato l'attentato con un'autobomba presso la sede della Mellitah Oil and Gas, co-controllata da Eni, nella capitale libica Tripoli, secondo quanto si legge in un comunicato divulgato sui social media.

L'attacco ha causato solo alcuni danni nel quartier generale di Mellitah nel centro di Tripoli.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia