Fca torna su fusione con GM, a un certo punto possibile gioco duro - AD a stampa

lunedì 31 agosto 2015 12:20
 

MILANO, 31 agosto (Reuters) - L'AD di Fiat Chrysler (Fca) Sergio Marchionne torna sul tema del consolidamento, ribadendo che il gruppo intende spingere per arrivare a una fusione con GM e affermando che a un certo punto si potrebbe anche arrivare a giocare in modo duro.

"Sarebbe irragionevole non forzare un partner", dice Marchionne, in un'intervista ad Automotive News del 30 agosto, realizzata a Detroit.

Marchionne aggiunge che il cda non ha scelta e deve mettere pressione sul consiglio di GM per iniziare i colloqui ora.

"Un attacco, correttamente strutturato, correttamente finanziato non può essere respinto", ha detto l'AD, secondo Automotive News. "A un certo punto puoi iniziare a fare il gioco duro... E' troppo grande per ignorarlo, che è la questione che sta affrontando il nostro consiglio".

L'AD dice però anche che non sarebbe un'operazione ostile.

"Ci sono diversi livelli di abbraccio", spiega. "Ti posso abbracciare in modo carino, ti posso abbracciare forte, ti posso abbracciare come un orso, ti posso abbracciare veramente. Tutto inizia con il contatto fisico, poi puoi degradare, ma inizia con un contatto fisico".

"Mi sono offerto di sedermi al tavolo con loro e di analizzare i numeri", dice Marchionne. "Ma non ascoltano. E' quel tipo di rifiuto abietto... I mercati dei capitali non capiranno perchè rifiutano la discussione".

Le due società combinate valgono un Ebitda di 28-30 miliardi di dollari.

L'AD dice che i partner potenziali non mancano e che potrebbe vendere o fondere Fca oggi.   Continua...