Eni, aperta a vendere quota in maxi-giacimento Egitto - AD a stampa

lunedì 31 agosto 2015 09:04
 

MILANO, 31 agosto (Reuters) - Eni è aperta alla vendita di una quota del maxi-giacimento a gas scoperto nell'offshore egiziano, così come è avvenuto per il progetto del Mozambico.

Lo ha detto l'AD del gruppo petrolifero italiano, Claudio Descalzi, in un'intervista a La Repubblica, commentando la scoperta di gas, definita 'supergiant', presso il pozzo 'Zohr 1X' situato a 1.450 metri di profondita d'acqua con un potenziale di risorse fino a 850 miliardi di metri cubi di gas in posto (5,5 miliardi di barili di olio equivalente).

Si tratta della più grande scoperta di gas mai effettuata in Egitto e nel mar Mediterraneo e può diventare una delle maggiori scoperte di gas a livello mondiale, soddisfacendo la domanda egiziana di gas per decenni, ha spiegato ieri Eni in un comunicato.

"E' una porta aperta, per dare valore e solidità al bilancio di Eni", dice Descalzi rispondendo alla domanda sulla possibilità che il gruppo italiano, che ha il 100% della licenza del giacimento, possa venderne una parte.

"Ma non andrà necessariamente così: qui c'è da spendere meno che in Mozambico, e il nuovo gas andrà soprattutto nel mercato domestico locale, con prezzi ben definiti e scollegati da quelli del petrolio, oggi ai minimi dei sei anni", ha specificato.

L'AD, intervistato anche da La Stampa, ha sottolineato il particolare valore strategico della scoperta in quanto fatta in Egitto, dove Eni opera da oltre sessant'anni, e dove possono essere sfruttate importanti sinergia con le istallazioni presenti.

"Per l'Egitto significa l'autosufficenza energetica, con tutto ciò che questo comporta, compresa una maggiore stabilità in tutta l'area. Per l'Italia l'opportunità di importare una parte di quel gas che l'Egitto non userà", spiega Descalzi a La Stampa.

In particore "un quantitativo rilevante, ma sempre di complemento, potrebbe arrivare direttamente in Italia, via nave, tramite l'impianto di liquefazione di Damietta", impianto egiziano non attualmente in esercizio per mancanza di gas, ha aggiunto l'AD a Repubblica.

Quanto ai tempi per la commercializzazione del nuovo gas, Descalzi prevede di ottenere le licenze di sviluppo e produzione entro qualche mese e l'apertura dei primi pozzi l'anno prossimo.   Continua...