BORSA MILANO debole sopra i minimi, attende Wall Street, balzo Saipem

mercoledì 26 agosto 2015 12:23
 

MILANO, 26 agosto (Reuters) - Piazza Affari è in ribasso poco sopra i minimi, in un mercato volatile e incerto, appesantita dalla chiusura debole di Wall Street e Shanghai sui timori per l'economia cinese.

"Siamo tutti in attesa di capire cosa farà Wall Street, dopo l'inattesa chiusura al ribasso di ieri", dice un trader.

La Borsa Usa ieri ha chiuso in calo di oltre l'1%, dopo l'apertura positiva in linea con l'Europa sulla decisione della Banca centrale di Pechino di intervenire con misure espansive.

La Banca centrale cinese (Pboc) ha reso noto di aver iniettato oggi sull'interbancario 140 miliardi di yuan (circa 21,8 miliardi di euro) attraverso operazioni di liquidità a breve termine (SLOs).

Gli operatori della borsa cinese temono una brusca frenata dell'economia nella seconda parte dell'anno e ritengono necessario un supporto più consistente da parte della Banca centrale. Oggi Shanghai, dopo le pesanti perdite delle ultime tre sedute, ha vissuto una seduta volatile e ha chiuso a -1,3%.

A Milano, pochi spunti sui singoli titoli in un mercato tutto focalizzato sulla reazione di Usa e Cina.

Alle 12,15 gli indici FTSE Mib e l'Allshare della borsa italiana perdono l'1,3%.

L'indice FTSEurofirst cala dell'1,5%.

Negative le piazze europee, con Londra, Francoforte e Parigi, che lasciano sul terreno l'1,4%.   Continua...