BORSA USA rimbalza dopo lunedì nero, Apple sale di quasi il 6%

martedì 25 agosto 2015 17:30
 

NEW YORK, 25 agosto (Reuters) - Gli indici di Wall Street rimbalzano dopo il tonfo di ieri, sostenuti anche dall'annuncio del secondo taglio dei tassi di interesse in due mesi da parte della Cina.

Gli operatori sono tuttavia cauti. "Quello che abbiamo bisogno di vedere per riportare la calma tra gli investitori sono dati economici positivi dalla Cina e solo quando li vedremo il rally si potrà dire sostenibile", spiega Xavier Smith, direttore degli investimenti presso Centre Asset Management.

Per allentare le pressioni sui mercati finanziari, colpiti da un'ondata di avversione al rischio e stimolare la liquidità, la Pboc (People's Bank of China) ha tagliato il coefficiente di riserva obbligatoria delle banche e i tassi su depositi e prestiti a un anno.

Proprio la delusione per il mancato intervento delle autorità cinesi nel weekend aveva contribuito a innescare ieri forti vendite su tutti i mercati azionari con Wall Street che ha vissuto la seduta peggiore degli ultimi quattro anni.

Attorno alle 17,20 italiane il Dow Jones sale del 2,68%, l'indice S&P 500 del 2,74% e il Nasdaq del 3,42%.

Tra i singoli titoli BEST BUY sale del 14,3% dopo aver archiviato il secondo trimestre con vendite trimestrali inaspettatamente in crescita e aver detto di aspettarsi che i consumi restino forti nel trimestre in corso.

DSW cede l'8,7% sulla scia dei risultati, che hanno mostrato ricavi del secondo trimestre sotto le attese del mercato.

Rimbalzano i titoli particolarmente colpiti ieri dalle vendite. In particolare Apple sale del 5,9%.

  Continua...