BORSA USA, indici in profondo rosso tentano recupero da crollo iniziale

lunedì 24 agosto 2015 16:49
 

NEW YORK, 24 agosto (Reuters) - Dopo un'apertura in caduta libera gli indici di Wall Street tentano il recupero pur rimanendo in pesante terreno negativo dopo il ribasso di oltre l'8% dell'azionario cinese e le forti vendite sul petrolio e altre commodity.

Prima dell'apertura della borsa statunitense, sui futures sul Nasdaq, S&P e Dow sono entrati in funzione dei blocchi automatici al fine di arginare gli eccessi di volatilità e dare agli investitori il tempo di valutare le informazioni. Nei primi scambi il Dow è arrivato a perdere oltre 1.000 punti per poi riprendere fiato e limitare il calo a 350 punti circa.

Il Dow non ha mai perso oltre 800 punti in un giorno.

La volatilità è molto forte con l'indice CBOE che dopo avere raggiunto i massimi dal gennaio del 2009 a 53,29 punti ritraccia e segna un rialzo del 32% a circa a 37 punti circa.

Con l'ondata di vendite di oggi l'indice S&P 500 e il Nasdaq Composite entrano tecnicamente in fase di correzione, evento già registrato dal Dow venerdì scorso.

Un indice è considerato in fase di correzione quando perde il 10% dai massimi di 52 settimane.

Il Nyse ha invocato l'applicazione della cosiddetta rule 48 che comprende la possibilità che i market maker non diffondano le indicazioni di prezzo prima dell'apertura allo scopo di facilitare l'avvio delle contrattazioni in una giornata di particolare volatilità degli scambi.

Attorno alle 16,35 italiane il Dow Jones perde il 2,5%, dimezzando le perdite dei primi scambi, l'indice S&P 500 il 2,77% dopo un calo di oltre il 4,5% e il Nasdaq del 2,66% in recupero dallo scivolone iniziale di sei punti percentuali.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia