BORSE EUROPA cedono oltre 1% su timori frenata globale

giovedì 20 agosto 2015 11:35
 

INDICI                        ORE 11,30   VAR %    CHIUS. 2014
 EUROSTOXX50                    3394,75     -1,02     3146,43
 FTSEUROFIRST300                1489,34     -1,15     1368,52
 STOXX BANCHE                    208,07     -1,07      188,77
 STOXX OIL&GAS                   280,3      -1,76      284,47
 STOXX ASSICURAZIONI             277,62     -1,42      250,55
 STOXX AUTO                      537,12     -1,19      501,31
 STOXX TLC                       367,23     -1,34      320,05
 STOXX TECH                      323,96     -1,06      312,18
 
    LONDRA, 20 agosto (Reuters) - Le borse europee estendono le
perdite oggi, con gli indici benchmark a Francoforte e Londra
che hanno toccato i minimi da sette mesi mentre prende piede il
timore di un rallentamento su scala globale.
    Alle 11,40 italiane l'indice FTSEurofirst 300 
scende dell'1,15%, e l'indice delle blue-chip Euro STOXX 50
 perde l'1,02%.
    Tra le singole piazze, Londra segna -0,5%,
Francoforte -1,04, Parigi -0,95%.
    Le minute della riunione di luglio della Federal Reserve
hanno ridimensionato le aspettative di un rialzo dei tassi Usa a
metà settembre, tra i tmori di un'inflazione bassa e un
rallentamento della crescita in Cina che hanno danneggiato i
risk asset nel mondo.
    Nonostante qualche buona notizia in Europa sul fronte dei
risultati del secondo trimestre, alcuni trader segnalano
valutazioni irrealistiche e un outlook confuso per i risultati
societari.
    "Le attuali aspettative di utili per l'Europa dato l'outlook
della crescita globale sono probabilmente troppo alte e potrebbe
essere necessaria un'azione ulteriore della Bce", ha scritto in
una nota ai clienti il managing director di Deutsche Bank Nick
Lawson.
    Citi ha detto di avere tagliato le previsioni di crescita
globale per il 2016 al 3,1% dal 3,3%, citando downgrade
significativi, tra gli altri, per zona euro e Cina.
    Tra i titoli in evidenza:
    Il retailer olandese Ahold sale del 2,4% dopo un
solido aumento degli utili nel secondo trimestre.
    A Francoforte il fornitore automotive Continental 
lascia sul terreno l'1,6% dopo che gli utili di Schaeffler AG
(maggiore azionista della società) sono scesi, e i titoli del
settore auto sono calati.
    In scia al tonfo del tenge kazako, a Londra Kaz Minerals
 guadagna il 17,8% circa grazie al calo dei costi di
gestione per una società che vende commodity espresse in
dollari.
    Con i mercati delle materie prime alle prese con un
sell-off, perdono terreno i giganti energetici Royal Dutch Shell
 e BP, rispettivamente a -0,3% e -0,6%. Tullow
Oil segna -5,6%. 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia