Piaggio, svalutazione yuan non ha impatto negativo su gruppo - nota

giovedì 13 agosto 2015 08:59
 

MILANO, 13 agosto (Reuters) - La svalutazione dello yuan non avrà un impatto negativo su Piaggio, ma, al contrario, può rappresentare un'opportunità.

E' quanto si legge in una nota del produttore di motocicli, in cui vengono riportate le parole di Roberto Colaninno.

"La svalutazione del renminbi portata avanti in questi giorni dal governo cinese non è destinata ad avere un impatto negativo sulle operazioni del gruppo Piaggio. Può essere, al contrario, una positiva opportunità", dice Colaninno. "Da un lato, il mercato cinese delle due ruote 'premium' presenta ancora volumi decisamente bassi, per i noti vincoli normativi relativi all'uso delle due ruote nelle aree metropolitane. Dall'altro, il gruppo in Cina è da anni socio paritetico in una joint venture produttiva con sede a Foshan, nel Guangdong, le cui attività di export avevano perduto in parte competitività proprio a causa dell'apprezzamento del renminbi, e ora potranno trovare nuovo impulso grazie alla svalutazione della moneta cinese".

Piaggio, ricorda la nota, ha annunciato ieri l'avvio delle operazioni commerciali legate al marchio Vespa in Nepal. Prodotti nello stabilimento di Baramati di Piaggio Vehicles Private Ltd. (Pvpl), i modelli Vespa VX e Vespa S 125cc saranno da subito disponibili in tre showroom a Kathmandu e di proprietà di D-Lifestyles, società facente parte del gruppo nepalese Dev Jyoti, operante nei settori dei beni di largo consumo, dell'IT e dell'energia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia