BORSA USA perde oltre 1%, calo yuan alimenta timori crescita globale

mercoledì 12 agosto 2015 16:45
 

NEW YORK, 12 agosto (Reuters) - Wall Street è in calo con gli indici che perdono oltre un punto percentuale per il secondo giorno di fila e il Dow ai minimi dei sei mesi sulla scia della continua discesa dello yuan che ha aggravato i timori di un rallentamento economico globale.

La valuta cinese ha toccato i minimi di quattro anni contro il dollaro, il livello più bassi da agosto 2011, dopo che la banca centrale cinese ha fissato il 'midpoint' sul cambio giornaliero di riferimento ad un livello ancora più basso rispetto alla svalutazione di ieri.

Uno yuan più debole riduce la competitività delle imprese al di fuori della Cina in quanto rende i loro prodotti e servizi più costosi e riduce il valore dei ricavi generati nel paese.

Sull'azionario i titoli che ne risentono particolarmente sono quelli del settore automotive più esposti in Cina. General Motors, Ford Motor e Fiat Chrysler sono in calo tra l'1,7% e il 6,1%.

Apple per cui la Cina rappresenta un mercato chiave per la crescita perde il l'1,7% ai minimi di oltre sei mesi a 111,65 dollari, trascinando al ribasso i tre principali indici di borsa.

Alle 16,35 italiane il Dow Jones cede l'1,37%, l'S&P 500 l'1,31%, il Nasdaq l'1,56%

Tra gli altri titoli Alibaba perde il 6,5% dopo avere toccato i minimi storici di 71,03 dollari sulla scia dei risultati trimestrali che hanno mostrato un rallentamento della crescita dei ricavi al tasso più basso da oltre tre anni.

Macy's perde il 4,4% dopo avere riportato vendite deboli a causa del dollaro forte che ha ridotto in modo significativo gli acquisti di turisti stranieri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia