BORSA USA debole in scia svalutazione yuan, bene Google dopo riorganizzazione

martedì 11 agosto 2015 16:39
 

NEW YORK, 11 agosto (Reuters) - Wall Street è debole in mattinata dopo la svalutazione a sorpresa dello yuan che ha spinto al rialzo il dollaro e messo sotto pressione soprattutto i titoli legati alle commodities.

In particolare il greggio ha perso i guadagni conquistati ieri in quanto la Cina è il primo consumatore al mondo, ma anche rame, alluminio, nickel e zinco sono in calo.

Otto dei principali settori dell'S&P su dieci sono in calo: in particolare gli indici dell'energia e delle materie prime perdono intorno al 2%.

"Stiamo osservando un ritracciamento. La notizia dello yuan alimenta i timori sull'outlook della crescita economica in Cina e il mercato paga dazio", spiega Peter Cardillo, capo economista di Rockwell Global Capital.

Un po' di sollievo è arrivato dai dati sulle scorte all'ingrosso migliori delle attese.

Alle 16,20 italiane il Dow Jones cede lo 0,78%, l'S&P 500 lo 0,57%, il Nasdaq lo 0,40%.

Google guadagna il 5,34% dopo aver annunciato a sorpresa una riorganizzazione della struttura operativa con la creazione di una holding, chiamata Alphabet, e la separazione delle attività core del web advertising dal resto.

Apple cede il 2,56% dopo che il broker Jefferies ha sollevato dubbi sulla domanda di iPhone, soprattutto in Cina.

Shake Shack, catena di fast food, guadagna il 4,76% sulla scia di risultati trimestrali migliori delle attese.   Continua...