BORSA MILANO limita calo grazie ad energetici, male lusso su yuan

martedì 11 agosto 2015 12:18
 

MILANO, 11 agosto (Reuters) - Piazza Affari procede in
moderato calo, facendo un po' meglio delle altre borse europee,
maggiormente penalizzate dalla decisione della Cina di svalutare
lo yuan. 
    Scarso l'impatto del raggiungimento di un accordo definitivo
fra Grecia e creditori internazionali. 
    Un temporaneo peggioramento dei mercati si è registrato dopo
la pubblicazione dell'indice Zew di luglio, che ha deluso le
attese. 
    A sostenere il listino milanese sono soprattutto gli
energetici.
    I volumi sottili, tipici del periodo attorno a Ferragosto,
sottolineano gli operatori, accentuano i movimenti erratici, ma,
al contempo, l'assenza di parecchi investitori invita alla
prudenza e a mettersi alla finestra.   
    Attorno alle ore 12, l'indice FTSE Mib perde lo
0,4% circa, l'AllShare lo 0,4% circa e il Mid Cap
 lo 0,2% circa. 
    Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 cede l'1%
circa.
    Volumi per un controvalore di circa 940 milioni di euro.
    I futures sugli indici di Wall Street fanno pensare a un
avvio di seduta in ribasso.
    Obbligazionario Usa in rialzo: il benchmark decennale
 guadagna 17/32 e rende il 2,17%.
    
    La svalutazione dello yuan colpisce soprattutto il lusso:
segno meno per FERRAGAMO, MONCLER, TOD'S
 e YOOX. Secondo un report di Exane Bnp
Paribas, l'esposizione delle società europee del lusso alla Cina
va da un minimo del 2% (Luxottica) a un massimo del 15% (Tod's).
    Tra le società esportatrici in rosso LUXOTTICA e
CAMPARI.
    In sofferenza anche l'automotive: il settore in Europa
 lascia sul terreno il 3,7% circa. Limitano i danni, ma
sono comunque negativi, FCA, CNH INDUSTRIAL 
e PIRELLI. Pesante BREMBO.
    FINMECCANICA risente di un downgrade da parte di
Goldman Sachs.    
    Banche poco mosse: il paniere arretra dello
0,2% circa, con INTESA SANPAOLO che fa poco meglio di
UNICREDIT. 
    In controtendenza MONTEPASCHI. Fuori dal paniere
principale spiccano le performance di CARIGE e BANCA
SISTEMA.    
    Complessivamente reggono gli energetici: in denaro TENARIS
, SAIPEM ed ENEL GREEN POWER ; ENI
 in linea con la borsa; piatte ENEL e A2A
. Prosegue la corsa di SARAS. 
    Spunti per DIASORIN, spinta da un upgrade di
Morgan Stanley, e AMPLIFON.   
    Tra le small cap, ZUCCHI beneficia delle
indiscrezioni di stampa sulla cessione della controllata
Mascioni.
       
         
             
    ** AZIONARIO ITALIANO **
I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano 
possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti 
codici ........   
                  
                
     
Market statistics................................ 
20 maggiori rialzi (in percentuale).............. 
20 maggiori ribassi (in percentuale)............. 
    
Indice FTSE IT Allshare 
Indice FTSE Mib.......  
Indice FTSE Italia Star 
Indice FTSE Italia Mid Cap... 
Indice FTSE Italia Small Cap 
Indice FTSE Italia Micro Cap. 
Guida per azionario Italia.... 
    
    ** DERIVATI DI BORSA ** 
Futures su FTSE Mib..........<0#IFS:>
Mini FTSE Mib.................<0#IFM:>
Guida a futures e opzioni.... 
Guida a opzioni..............  
    ** BORSE EUROPEE **
 Commento su titoli europei ........ 
 Speed guide borse europee.......... 
 Indici pan europei ........ 
 Dati analitici paneuropei... 
 Indice FTSEurofirst 300.......... 
 Indice Stoxx..................... 
 Indice Eurostoxx................. 
 Maggiori rialzi/ribassi settori Stoxx ........ 
 Maggiori rialzi/ribassi settori Eurostoxx..... 
 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Stoxx....... 
 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Euro Stoxx.. 
 25 maggiori rialzi europei......... 
 25 maggiori ribassi europei........ 
 25 titoli più attivi in valore .... 
  
 Guida a informazioni Reuters ....... 
 Guida a azionario .................. 
 Chain degli indici italiani 
    
        
    
Sul sito  www.reuters.it  altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia