BORSA TOKYO chiude in calo,prese profitto dopo svalutazione yuan

martedì 11 agosto 2015 08:31
 

TOKYO, 11 agosto (Reuters) - La borsa giapponese ha chiuso la seduta odierna in calo erodendo il rialzo che l'aveva portata vicina ai massimi da 18 anni e mezzo raggiunti quest'anno, con la svalutazione dello yuan da parte della banca centrale cinese che ha spinto gli investitori a prendere profitto.

L'indice Nikkei ha chiuso in calo dello 0,42%, a 20.720,75 punti, mentre il Topix ha lasciato sul terreno lo 0,22%, a 1.687,60.

"Il rally del mercato potrebbe segnare una pausa dopo che il Topix ha toccato quota 1.700. Ma di base il mercato finora è sostenuto dai robusti guadagni delle società giapponesi", ha commentato Hiroshi Ono, a capo degli investimenti equity di Sumitomo Life.

Uno yuan più debole è un'arma a doppio taglio per l'azionario di Tokyo: il mercato giapponese potrebbe beneficiare di una spinta all'economia cinese, ma al tempo stesso la mossa della banca centrale di Pechino rischia di minare gli sforzi di Tokyo di sostenere a sua volta la propria economia attraverso politiche monetarie espansive e uno yen più basso.

Favorite le società con forti legami industriali con la Cina. Salgono del 2,16% i titoli dei produttori di acciaio .

JFE Holdings sale del 3,03%, Nippon Steel& Sumitomo Metal del 2,38%. Il produttore di attrezzature per le costruzioni Komatsu guadagna l'1,85%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia