Banda ultralarga, Renzi: costi ridotti con infrastruttura Enel

venerdì 7 agosto 2015 17:05
 

ROMA, 7 agosto (Reuters) - Grazie ad Enel, che ha messo a disposizione degli operatori tlc la propria infrastruttura, sarà possibile tagliare i costi per la realizzazione della rete telefonica a banda ultralarga.

Lo ha detto il premier Matteo Renzi parlando del piano da 12 miliardi per portare entro il 2020 la connessione internet super veloce nelle case di tutti gli italiani.

Ieri il Cipe ha deliberato un primo stanziamento pubblico da 2,2 miliardi.

"Grazie alla competenza e alla qualità di Enel abbatteremo i costi", ha detto Renzi nel suo intervento alla direzione del Pd dedicata ai problemi del Mezzogiorno.

Enel cambierà i contatori digitali dal 2016 al 2019 e sta offrendo agli operatori di tlc, a partire da Telecom Italia , di usufruire contestualmente della cablatura per far passare la rete della banda ultralarga.

L'AD di Enel Francesco Starace ha detto all'assemblea di fine maggio: "Non vogliamo essere noi a possedere 32 milioni di spezzoni di fibra ottica, ma se qualcuno è interessato può realizzare la cablatura totale nell'intera Italia in tempi brevi e a costi pazzescamente competitivi. Stiamo parlando con tutti, niente di più di questo. Sono tutti interessati".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia