BORSA USA debole, dato occupati alimenta attese rialzo tassi a settembre

venerdì 7 agosto 2015 16:26
 

7 agosto (Reuters) - La borsa Usa cede moderatamente terreno nella prima ora di scambi, con gli indici indirizzati ad archiviare la settimana in territorio negativo dopo i buoni dati sul mercato del lavoro di luglio, che hanno rafforzato le attese di un aumento dei tassi di interesse a settembre.

Il dato pesa sull'andamento di Wall Street perché un rialzo dei tassi implica un costo del denaro più alto per le società. Di recente il mercato azionario Usa ha toccato massimi storici proprio beneficiando di tassi di interesse rimasti vicini allo zero negli ultimi 10 anni.

Le statistiche odierne sugli occupati, che hanno mostrato la creazione di 215.000 nuovi posti di lavoro rispetto ai 223.000 previsti dagli economisti, "sono sufficienti a tenere la Fed sui binari di un aumento dei tassi a settembre, ma non bastano a porre fine al dibattito", commenta John Briggs di RBS Securities.

La Fed ha detto che alzerà i tassi soltanto quando vedrà una ripresa sostenuta dell'economia e lo stato di salute del mercato del lavoro gioca un ruolo chiave nella decisione.

Intorno alle 16,25 italiane il Dow Jones cede lo 0,4%, l'S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq lo 0,4%.

Le trimestrali continuano a dettare molti movimenti dei singoli titoli. Nvidia's balza del 9,7% all'indomani dell'annuncio di un inatteso aumento dei ricavi del secondo trimestre.

Cede invece il 2,8% Groupon i cui risultati trimestrali hanno mancato le attese.

La catena di ristoranti di pasta e sandwich Noodles affonda del 18,5% sulla scia di previsioni di utili e ricavi per l'intero anno sotto le aspettative degli analisti.

  Continua...