BORSA MILANO in calo, in sintonia con Europa

giovedì 6 agosto 2015 13:13
 

MILANO, 6 agosto (Reuters) - A metà seduta Piazza Affari resta in territorio negativo, in sintonia con le altre borse europee.

Sul listino pesano soprattutto i titoli energetici, che risentono dei bassi prezzi del greggio, e qualche presa di profitto su Unicredit (-0,2%), dopo il balzo di ieri sulla scia dei risultati.

Da segnalare anche il rialzo della Borsa di Atene dopo i forti ribassi degli ultimi giorni.

Intorno alle 13 l'indice FTSEmib cede lo 0,26%, mentre il benchmark europeo FTSEurofirst lascia sul terreno lo 0,41%. Sulla borsa milanese volumi per un controvalore di 1,3 miliardi di euro circa.

ENI cede lo 0,5%, nel contesto di un settore debole a livello europeo (-1,6%). Di ieri la notizia - positiva - del possible sblocco dei crediti verso l'Iran.

TENARIS cede lo 0,44%, recuperando gran parte delle perdite registrate in apertura sulla scia dei risultati. Risultati deboli, ma attesi, spiega un trader.

Tonica BUZZI. Gli analisti di Equita, dopo la conference call, hanno rivisto leggermente al rialzo le stime sull'utile, includendo un maggior contributo del Messico e minori oneri finanziari.

Debole anche TELECOM ITALIA (-1,2%), dopo aver registrato momentaneamente un rialzo oltre il 2%.

Giù MEDIOBANCA (-1,3%) dopo il rialzo di ieri.   Continua...