Italia, rallenta crescita settore servizi in luglio - Pmi

mercoledì 5 agosto 2015 09:48
 

ROMA/MILANO, 5 agosto (Reuters) - Rallenta in luglio la crescita del settore servizi italiano rispetto al mese precedente, quando aveva registrato il passo d'espansione più sostenuto da un anno.

È quanto emerge dall'ultima indagine congiunturale sui direttori d'acquisto, il cui indice Pmi servizi, elaborato da Markit/Adaci, è sceso a 52,0 punti dai 53,4 di giugno.

Il dato è inferiore alle attese, raccolte in un sondaggio Reuters, che indicavano un calo più contenuto, a quota 53,0. L'indice si conferma comunque sopra la soglia dei 50 punti - che separa le rilevazioni di crescita da quelle di contrazione dell'attività - per il quinto mese consecutivo.

Sale invece, ai massimi da tre mesi, il sotto indice sull'andamento dei nuovi ordini, a 53,7 punti dai 52,7 di giugno. Ma allo stesso tempo l'indicatore relativo all'occupazione segnala che in luglio le imprese del comparto sono tornate a ridurre i posti di lavoro per la prima volta in sei mesi.

Il Pmi composito italiano, che combina l'indice del settore servizi con quello manifatturiero, risulta in calo a 53,5 punti, minimo da marzo, dai 54,0 di giugno.

Il Pmi manifatturiero italiano di luglio, pubblicato lunedì, si è attestato a 55,3 punti, il livello massimo da oltre quattro anni [IUD:nL5N10B2U9].

Dopo tre anni di recessione, per il 2015 è previsto un ritorno alla crescita dell'economia italiana, per quanto modesta. Nel primo trimestre dell'anno il Pil del paese è salito dello 0,3%, mentre il dato preliminare del secondo trimestre verrà pubblicato dall'Istat il prossimo 14 agosto.

(Steve Scherer)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia