BORSA MILANO in cauto rialzo, bene Telecom su M&A, deboli Eni e Unicredit

lunedì 3 agosto 2015 12:27
 

MILANO, 3 agosto (Reuters) - Prevale il rialzo cauto a Piazza Affari, in linea con gli altri mercati europei, nel giorno della riapertura della Borsa di Atene dopo cinque settimane di stop e un ribasso intorno al 20%.

"I temi sono pochi e anche i volumi", segnala un trader.

Intorno alle 12,30 l'indice delle bluechip segna un rialzo dello 0,33%, mentre l'Allshare sale dello 0,44%. Andamento migliore per il benchmark europeo in crescita dello 0,53%. Volumi intorno a 1,1 miliardi di euro.

Debole il settore energia a seguito del nuovo calo del prezzo del petrolio, con ENI che cede lo 0,56% e SAIPEM l'1,6%.

Sugli scudi TELECOM che sale dell'1,99% sostenuta dall'ipotesi di un preaccordo di fusione fra Wind e 3 entro fine agosto, come scrive il Sole 24-Ore. "Il passaggio da quattro a tre operatori nel mercato mobile della telefonia italiana darebbe un'ulteriore spinta all'allentamento delle pressioni competitive, con forti benefici per Tim", dice Icbpi nel report giornaliero. Intermonte ipotizza un impatto positivo di 0,08 euro per azione.

Strappa TELECOM ITALIA MEDIA in crescita di oltre il 14% e prosegue il trend rialzista avviato venerdì scorso dopo che la società ha rettificato il risultato netto indicando un utile per 0,9 milioni al posto della perdita comunicata il giorno prima.

Bene MEDIASET che cresce del 3,4%.

Incerte le banche, con l'eccezione di MEDIOLANUM (+4%), UNICREDIT è in calo dello 0,58%, penalizzata, secondo un trader, dalle indiscrezioni riportate dal Financial Times, secondo cui l'AD Federico Ghizzoni sta esplorando una riorganizzazione strategica della banca per aumentarne la profittabilità al fine di evitare il ricorso a un aumento di capitale. La banca annuncerà i risultati del semestre il prossimo 5 agosto.

Lieve rialzo per INTESA SP (+0,40%) sulla scia del trimestre venerdì e gli upgrade di alcuni broker. Pesante MEDIOBANCA che cede l'1,1%.   Continua...