31 luglio 2015 / 17:44 / tra 2 anni

PUNTO 1-Intesa Sp, ok CdS a passaggio sistema monistico, sarà Cda a 19 membri

* L‘assemblea per il cambio di statuto a gennaio 2016

* Bazoli: “Facciamo da apripista, scelta coraggiosa” (Riscrive, aggiunge altre dichiarazioni Bazoli)

MILANO, 31 luglio (Reuters) - Il Consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo ha approvato all‘unanimità il passaggio da un sistema di governance duale a quello monistico di tipo anglosassone.

E’ quanto ha annunciato il presidente del CdS, Giovanni Bazoli, durante una conferenza stampa.

Il nuovo consiglio, che entrerà in vigore con l‘assemblea per il rinnovo dei vertici il prossimo aprile, sarà composto da 19 membri.

“Il modello di governance che applica Intesa da 8 anni ha consentito la massima efficacia dei controlli e di raggiungere risultati eccellenti, ma si è ritenuto opportuno cambiare e tutto quello che ha proposto la commissione di riforma il CdS l‘ha approvato”, ha aggiunto.

“Si è deciso di passare dal modello duale a quello monistico. Scartati sia il modello tradizionale italiano definito latino sia il duale tedesco”. Inoltre, ha sottolineato Bazoli, si è anche pensato di modificare il duale attuale (composto dai consigli di gestione e di sorveglianza), ma l‘idea è stata accantonata per motivi normativi e per l‘ostacolo costituito dalle quote rosa. “Il CdG avrebbe dovuto ridursi a 6-7 componenti con almeno 3 consiglieri donne per rispettare la parità di genere che la banca non ha”, ha spiegato.

“Abbiamo puntato sul modello monistico più semplice che consente di risolvere al meglio l‘esigenza di efficienza di una banca. Resta il problema del controllo a condizione che ci siano presidi adeguati. E’ una scelta coraggiosa perché c‘è poca normativa a riguardo e non ci sono esperienze. Siamo dei battipista”, ha aggiunto.

La tempistica per il cambio della governance è abbastanza serrata: entro il 15 di ottobre il consiglio di gestione predisporrà il testo di riforma dello statuto che dovrà passare al vaglio del CdS. Da quella data partiranno i tre mesi di tempo che la Bce si può prendere per esaminare il testo. Si arriva, così, al 15 gennaio 2016, mese in cui si svolgerà l‘assemblea straordinaria per il cambio di statuto. Le nuove nomine, invece, saranno affidate all‘assemblea di primavera, quando scadranno gli attuali vertici.

A Banca d‘Italia, ha poi sottolineato Bazoli, Intesa Sanpaolo chiederà di poter avere “il numero massimo di consiglieri di amministrazione possibile per la normativa, ovvero diciannove. Nel nuovo sistema di governance non è previsto il collegio sindacale, per cui tutti i poteri saranno nelle mani del Cda”.

Per quanto riguarda gli azionisti della banca, sia i fondi sia le Fondazioni non hanno mostrato obiezioni al cambio di governance, ha spiegato il presidente del CdS. Nessuna anticipazione su quali potrebbero essere i nuovi vertici dell‘istituto post passaggio al sistema monistico o su un suo ruolo futuro nella banca. “A questa domanda rispondo con un sorriso”, si è limitato a dire. “Il tema dei vertici non è stato assolutamente ancora posto”.

In conclusione di conferenza stampa Bazoli ha svelato un piccolo aneddoto relativo alla nomina dell‘ex Ceo di intesa Sp, Corrado Passera, a ministro per lo Sviluppo economico con il governo Monti nel novembre 2011. A seguito della scelta di Passera di lasciare la banca, posto poi preso da Enrico Cucchiani, Bazoli ha detto di aver fatto una sola telefonata per cercare un successore: “A Vittorio Colao [attuale Ad di Vodafone] il quale mi ha detto: ‘Se mi avessi chiamato un mese fa, avrei potuto prendere in considerazione la proposta, ma ho accettato di restare qui per altri tre anni’ ”.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below