31 luglio 2015 / 14:47 / 2 anni fa

PUNTO 1-Poste raddoppia utile a 435 mln, presenta domanda di Ipo

* Lo sbarco in Borsa è atteso a ottobre

* L'88% dei ricavi deriva da servizi finanziari, assicurativi

* Rallenta la flessione dei ricavi nei servizi postali (Cambia titolo, aggiunge dati finanziari e contesto)

ROMA, 31 luglio (Reuters) - Poste italiane chiude il primo semestre del 2015 con un utile netto di 435 milioni, quasi doppio rispetto ai 222 milioni dell'esercizio precedente, e avvia la fase esecutiva del progetto di quotazione, attesa a ottobre.

Il cda del gruppo ha infatti approvato, assieme ai risultati di metà anno, anche la domanda di ammissione a Borsa italiana, secondo quanto si legge in una nota.

L'operazione, dalla quale il Tesoro punta a ricavare fino a 4 miliardi, rientra nel processo di privatizzazioni italiane che proseguirà con lo sbarco sul listino di Ferrovie dello Stato, probabilmente nel 2016.

L'incremento dell'utile netto è legato anche alla nuova disciplina sull'Irap, che da quest'anno non è più dovuta sul costo del lavoro sostenuto per i contratti a tempo indeterminato.

Il risultato operativo registra un aumento del 26% rispetto allo stesso periodo del 2014 (506 milioni) ed è stato pari a 638 milioni. La posizione finanziaria netta consolidata presenta un avanzo di 4,6 miliardi, mantenendo i buoni livelli già registrati a fine dicembre 2014.

"L'andamento dei primi sei mesi, le azioni manageriali avviate, nonché le attività di innovazione e sviluppo intraprese ci rendono fiduciosi sulla seconda metà dell'anno", commenta l'AD Francesco Caio.

I ricavi totali crescono del 7% a 16 miliardi e derivano per l'88% dai servizi finanziari (2,9 mld) ed assicurativi (11,2 mld).

Per la prima volta dopo anni i servizi postali rallentano la flessione dei ricavi della corrispondenza (-6,5%), mentre continua la crescita di volumi e ricavi nei pacchi (+4%).

Nata 153 anni fa, Poste gestisce 469 miliardi tra risparmi postali, conti correnti e prodotti assicurativi, più della terza e quarta banca messe insieme, e ha una rete di uffici pari a circa tre volte quelli di IntesaSanPaolo.

L'AD Francesco Caio ha un piano quinquennale per spingere gli asset a 500 miliardi e aumentare i ricavi a 30 miliardi. Il manager punta a offrire assicurazioni sanitarie, pacchetti pensionistici e prodotti di asset management.

Di contro i servizi postali saranno via via ridotti: a regime la posta sarà recapitata a giorni alterni nelle aree meno popolate e le tariffe saranno più alte nel caso della Posta prioritaria nel 2017.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below