Enel, consorzio ungherese-slovacco migliora propria offerta per Slovenske

venerdì 31 luglio 2015 13:33
 

PRAGA, 31 luglio (Reuters) - Il consorzio composto da Slovnaft, una compagnia di raffinazione petrolifera slovacca, e da MVM, un operatore di rete elettrica ungherese, ha migliorato la sua offerta per acquisire la quota di Enel in Slovenske Elektrarne, come ha detto oggi il capo di Slovnaft.

Oszkar Vilagi ha ribadito che il gruppo è ancora tra gli offerenti finali, ma sta aspettando ulteriori informazioni prima di iniziare i colloqui con Enel. Ha aggiunto che il gruppo è aperto a comprare il 66% di Enel per tappe.

"Nel processo di negoziazione, abbiamo migliorato la nostra offerta indicativa originale", ha detto a Reuters Vilagi, AD di Slovnaft e membro del board della società controllante, la compagnia ungherese del gas e del petrolio MOL.

"Ma siamo nella fase dell'offerta indicativa e perciò riteniamo che avremo altre informazioni in tempo per quando negozieremo direttamente con Enel", ha spiegato il manager.

Enel ha detto ieri di avere ricevuto due offerte vincolanti e che sta parlando con un terzo offerente.

Ha detto anche di volere procedere con un offerente selezionato nei prossimi giorni e ritiene di poter completare la vendita di una quota di minoranza nel quarto trimestre. Venderà il resto una volta che Slovenske Elektrarne completerà due nuove unità nella sua centrale nucleare di Mochovce, un progetto che dovrebbe concludersi nel 2017-18 dopo una serie di ritardi e sforamento dei costi negli ultimi anni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia