PUNTO 1-Disoccupazione sale a giugno, record giovani. Renzi: "Molto da fare"

venerdì 31 luglio 2015 15:36
 

* Tasso disoccupazione al 12,7%, Eurozona 11,1%

* Inflazione sostanzialmente stabile

* Poletti: "Calo inattivi indica maggiore fiducia" (Accorpa pezzi, aggiunge commenti e dettagli, cambia titolo)

di Antonella Cinelli

ROMA, 31 luglio (Reuters) - Il tasso di disoccupazione italiano nel mese di giugno torna a salire, al 12,7% dal 12,5% di maggio, con quello giovanile che fa registrare il livello più alto dal 1977 confermando la lentezza delle ripresa dell'economia dopo un triennio di recessione.

Sostanzialmente stabile, invece, l'inflazione a luglio, con l'indice Nic dei prezzi al consumo a -0,1% su base congiunturale e a +0,2% sullo stesso periodo dell'anno precedente, poco sotto le attese.

I dati sui disoccupati sono una cattiva notizia per il governo di Matteo Renzi che sulla riforma del mercato del lavoro ha puntato gran parte del suo prestigio politico.

La fotografia dell'Istat è giunta pochi minuti prima che Eurostat attestasse un tasso di disoccupazione dell'Eurozona fermo all'11,1% e a pochi giorni dal rapporto del Fondo monetario internazionale secondo il quale l'Italia impiegherà 20 anni per tornare ai livelli occupazionali precedenti la crisi economico-finanziaria.

Il dato sull'occupazione "mostra che c'è molto da fare sui posti di lavoro", ha detto Renzi, segnalando che "l'occupazione è l'ultima cosa che riparte dopo un periodo di crisi".   Continua...