Fukushima, giuria popolare chiede incriminazione vertici Tepco

venerdì 31 luglio 2015 09:45
 

TOKYO, 31 luglio (Reuters) - Una giuria popolare ha stabilito oggi che tre ex dirigenti di Tokyo Electric Power debbano essere incriminati per non aver assunto misure per impedire il disastro nucleare di Fukushima. Lo scrive l'agenzia stampa Kyodo.

A gennaio di quest'anno la Procura di Tokyo aveva respinto un'analoga richiesta, motivando la decisione con l'insufficienza di prove a carico. Ma il secondo voto della giuria, composta da 11 anonimi cittadini scelti per sorteggio, ora costringerà i magistrati all'incriminazione.

Nel marzo 2011 un terremoto e una successiva ondata di tsunami distrussero la centrale, a 220 km a nord-est di Tokyo, provocando la fusione nucleare e costringendo all'evacuazione oltre 160.000 abitanti, con la contaminazione di acqua, cibo e aria, in quello che è stato l'incidente nucleare più grave dopo Chermobyl, nel 1986.

Nel 2013 i magistrati decisero di non incriminare oltre 30 dirigenti della Tepco e altri funzionari, accusati dagli abitanti di aver ignorato i rischi di disastri naturali e di non essere intervenuti adeguatamente. Nel 2014 il caso era stato poi riaperto, dopo la decisione della giuria.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia