Risanamento, perdita netta di 18,9 mln in sem1

giovedì 30 luglio 2015 18:59
 

ROMA, 30 luglio (Reuters) - Risanamento ha chiuso il primo semestre 2015 con una perdita consoldata netta di 18,9 milioni di euro, a fronte dell'utile di 198,3 milioni registrati nei primi sei mesi dello scorso anno.

Lo riferisce una nota della società.

L'utile del primo semestre 2014 recepiva la cessione degli immobili francesi a Chesfielkd/Olayan.

La posizione finanziaria consolidata netta è in peggioramemnto, negativa per 590 milioni di euro rispetto ai -498 milioni di euro al 30 giugno 2014 e -443 milioni di euro al 31 dicembre 2014.

Il patrimonio consolidato netto positivo è pari a 286 milioni di euro rispetto a un patrimonio consolidato netto positivo per 297 milioni di euro al 30 giugno 2014.

La nota ricorda il dissequestro totale dellarea di Santa Giulia a Milano, "principale fonte di reddito prospettica", la settimana scorsa. La misura era stata disposta dal tribunale nel 2010.

L'azienda prevede un esercizio 2015 di segno negativo ma "in miglioramento rispetto al dato evidenziato nel 2014 al netto degli effetti connessi alla cessione degli immobili francesi".

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia