Brasile accusa ex direttore Petrobras di favorire Saipem

giovedì 30 luglio 2015 09:13
 

SAN PAOLO, 30 luglio (Reuters) - I pm brasiliani ritengono che l'ex direttore di Petrobras, Renato Duque, abbia favorito ingiustamente Saipem relativamente a un contratto per la realizzazione di un gasdotto sottomarino per i giacimenti offshore di Lula e Cernambi.

Un portavoce di Saipem spiega che la società non ha ancora ricevuto alcuna notifica dalle autorità e se questo dovesse accadere intende cooperare.

Secondo i pm, Duque avrebbe accettato tangenti da parte di rappresentanti di Saipem in cambio di aiuti a favore della società italiana in un'asta del 2011 per il contratto del gasdotto. In qualità di direttore dei servizi di Petroleo Brasileiro Sa, così è conosciuta Petrobras, Duque era il responsabile dei contratti.

Il gasdotto da 19 chilometri, che può trasportare fino a 14 milioni di metri cubi di gas naturale al giorno, fa parte di una serie di linee che uniranno i campi petroliferi offshore nel complesso Lula con la costa brasiliana a Est di Rio de Janeiro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia