Italcementi, sindacati temono per 3.000 dipendenti in Italia

mercoledì 29 luglio 2015 11:13
 

ROMA, 29 luglio (Reuters) - I sindacati del settore edile esprimono preoccupazione per gli aspetti occupazionali della cessione del controllo del gruppo del cemento Italcementi alla tedesca Heidelberg.

"L'accordo con il quale Italcementi ha ceduto il 45% del Gruppo ai tedeschi di Heidelberg ci preoccupa nel metodo e nel merito, e getta ombre inquietanti sul futuro della società e sul destino dei circa 3.000 dipendenti italiani", si legge in una nota congiunta dei segretari nazionali di FenealUil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil, Fabrizio Pascucci, Riccardo Gentile e Marinella Meschieri.

Ieri sera Italmobiliare ha annunciato di aver raggiunto con HeidelbergCement un accordo che prevede l'acquisto del 45% detenuto da Italmobiliare in Italcementi .

Oltre ad essere avvenuto senza il coinvolgimento dei sindacati, l'accordo "non dà alcuna garanzia sia sul mantenimento dei livelli occupazionali rispetto al piano di ristrutturazione, che si concluderà a gennaio 2017, sia per quanto riguarda gli stabilimenti che la sede direzionale di Bergamo, nella quale lavorano circa 600 persone", si legge nella nota nella quale si sollecita il governo a chiedere "garanzie sulla natura e sulla qualità del piano industriale".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia