Agcom, delibera Sky-Rai non c'entra con eventuali pretese Mediaset su Sky

martedì 28 luglio 2015 19:53
 

MILANO, 28 luglio (Reuters) - La delibera Agcom relativa a un contenzioso tra Sky e Rai nulla ha a che fare con l'eventuale richiesta di una "retransmission fee" da parte di Mediaset per la trasmissione dei suoi canali gratuiti sul satellite.

Lo dice l'Agcom in una nota dopo che oggi il Biscione ha detto che la delibera dà supporto alla sua decisione di cercare un accordo commerciale con Sky.

Oggi il Consiglio dell'Autorità ha "conclusivamente valutato l'ottemperanza prestata dalla Rai a quel provvedimento".

"La delibera 128/15/CONS chiariva da un lato la facoltà per Rai di richiedere un equo corrispettivo per la cessione dei propri programmi; dall'altro, la necessità per la stessa RAI di rinunciare a frapporre diritti di soggetti terzi a sostegno dell'oscuramento di taluni eventi, nonché, per Sky, il diritto di negoziare sulla base di un'offerta triennale, equa e non discriminatoria", dice la nota dell'authority.

Il tema è "connesso alla corretta applicazione dei principi sanciti a presidio del servizio pubblico radiotelevisivo, al diritto dei cittadini a disporre dei contenuti di servizio pubblico su ogni piattaforma e bouquet esistente", prosegue la nota.

La decisione dell'Agcom "determina i suoi effetti unicamente sul servizio pubblico radiotelevisivo. Eventuali pretese di retransmission fee da parte di emittenti televisive commerciali nulla avrebbero a che fare con i contenuti e le finalità dell'odierna decisione e della delibera 128/15/CONS", dice la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia